1938: L’umanità negata, dalle leggi razziali italiane ad Auschwitz - Visita al Quirinale per una mostra dedicata all’orrore della Seconda Guerra Mondiale
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattioli Vasto Cultura 11/01 11/01

    1938: L’umanità negata, dalle leggi razziali italiane ad Auschwitz

    Visita al Quirinale per una mostra dedicata all’orrore della Seconda Guerra Mondiale

    La mostra presso il Quirinale dedicata alla Seconda Guerra Mondiale e alle leggi razziali.È con grande motivazione e curiosità che noi alunni della classe 1C del Polo Liceale R.Mattioli, con le docenti Stefania Salzano e Francesca Cinquina, ci siamo recati presso il Palazzo del Quirinale per assistere alla mostra multimediale "1938: L'umanità negata, dalle leggi razziali italiane ad Auschwitz". Le differenti presentazioni multimediali a cui abbiamo assistito ci hanno reso protagonisti di una full immersion negli anni 30 e 40 del '900, il tutto accompagnato da documenti ufficiali che abbiamo avuto la possibilità e la fortuna di leggere. Ci è stata narrata la storia di due personaggi fittizi: Bruno e Francesco. Uno ebreo e l'altro italiano, hanno partecipato entrambi alla Prima Guerra Mondiale, combattendo al fronte per la nostra nazione. Passano gli anni, e con il fascismo nascono le prime assurdeleggi a difesa della razza, che sconvolgeranno totalmente la vita della famiglia di Bruno. Questo breve e drammatico racconto, dalla durata di 40 minuti, ha aperto le nostre menti, facendoci riflettere sulla realtà dei fatti in quel periodo e su tutti i soprusi a cui non siamo stati capaci di opporci. Bambini a cui è stata negata l'istruzione, uomini e donne che hanno dovuto chiudere le proprie attività semplicemente per questioni di razza. Solo 80 anni fa tutto questo era reale, persone considerate merci, caricate su vagoni in condizioni disumane diretti ai campi di concentramento o sterminio. La storia non deve ripetersi, ed è obbligo delle Istituzioni informare noi giovani di quanto accaduto. Toccante il discorso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "Le leggi razziali rappresentano un capitolo buio, una macchia indelebile, una pagina infamante della storia italiana. In alcune sale sono presentati i video e fonti storiche, riguardanti l’Italia e le altre nazioni prima e dopo la seconda Guerra Mondiale,che ci inducono a pensare proprio alla sofferenza delle persone travolte da questo sopruso estremo. In una lunga e stretta stanza hanno realizzato sul parquet dei binari, come se dovessimo partire per i campi di concentramento immedesimandoci nelle razze non ariane".

    L'indifferenza è la piaga che affligge la nostra società, come scritto da Liliana Segre: "Vivevamo immersi nella zona grigia dell'indifferenza. L'ho sofferta, l'indifferenza. Li ho visti, quelli che voltavano la faccia dall'altra parte".

    Sicuramente è stata un'esperienza che ci ha fatto crescere e capire che dobbiamo vivere e operare perché una simile tragedia non si ripeta più. Come ha detto Einstein: "Io appartengo all'unica razza che conosco, quella umana".


    Francesca Spadaccini 

    Maria Antonacci 

    Mattia Mastragostino 



    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi