Femminile plurale: un’opportunità per crescere insieme - Lo spettacolo teatrale dei ragazzi del Polo Liceale Mattioli in scena a Casalbordino
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Femminile plurale: un’opportunità per crescere insieme

    Lo spettacolo teatrale dei ragazzi del Polo Liceale Mattioli in scena a Casalbordino

    Una scena della storia di Tamara de Lempicka (foto di Terenzio Ranalli)Una sfida vinta. Sì, proprio così. Quella di domenica sera è stata proprio questa. Il teatro è un mondo complesso e altrettanto complessi sono i meccanismi che vi sono dietro. Ma cosa importa dell’esperienza se alla base c’è una fervida voglia di mettersi in gioco?

    “Femminile plurale”, spettacolo teatrale messo in scena proprio l’altra sera a Casalbordino, aveva qualcosa da dire a tutti. Le donne, le artiste, nel corso dei tempi, non sono mai state degne di essere chiamate tali. Il nascere donna probabilmente è stato per loro quasi una maledizione.

    I ragazzi del Polo Liceale “R. Mattioli” di Vasto hanno voluto rendere consapevoli gli spettatori di questa triste e avvilente realtà e, dalle accoglienti mura scolastiche, sono riusciti a portare fuori un loro progetto, addirittura in uno dei teatri della zona. Un’importante occasione, questa, per raccontare alla comunità ma soprattutto un’opportunità per crescere insieme. Si parla spesso di “buona scuola”, ma cos’è la buona scuola se non un’esperienza del genere, formante in tutti i sensi? È proprio in questi momenti che lo studente applica le sue capacità, conoscenze e competenze.

    Nessuno dei ragazzi ha mai fatto l’attore, nessuno ha recitato prima d’ora su un palco, eppure ce l’hanno fatta. Un lavoro di La studentessa Marta Bronzo nei panni di Camille Claudel (foto di Terenzio Ranalli)squadra enorme, incredibile, pieno di risate, preoccupazioni, emozioni. Sì, perché iniziative del genere regalano emozioni, sia a chi ne è l’artefice, sia a chi ne è spettatore. Il segreto probabilmente sta nel crederci, sempre e fin in fondo, nell’essere guidati da insegnanti che sanno veramente lasciare un segno.

    Una serata diversa dal solito in cui protagonista è stata la forza comunicativa del teatro, incarnata proprio dai ragazzi.  Un grazie speciale alle persone presenti ma soprattutto a tutti coloro che hanno permesso che questa serata potesse regalare emozioni vive e sincere a tutti.

    di Lorenzo De Cinque


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi