"Animals": la società secondo i Pink Floyd - Analisi di uno degli album più particolari della band inglese
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattioli Vasto Musica 04/10 04/10

    "Animals": la società secondo i Pink Floyd

    Analisi di uno degli album più particolari della band inglese

    I Pink FloydCon questo articolo, dedicato a uno dei massimi complessi rock di sempre, inauguriamo la rubrica musicale del venerdì del Mattioli's Chronicles. Cantanti, musicisti, band e album occuperanno uno spazio fisso, con ricorrenza regolare, sulla nostra pagina. Buona lettura.

    Nel 1977 vede la luce “Animals”, uno degli album più particolari dei Pink Floyd. È un periodo non particolarmente florido per il gruppo inglese, caratterizzato da continui litigi e segni di discordia che porteranno, pochi anni dopo, all'uscita dalla band del cantante e bassista, oltre che leader, Roger Waters. La prima cosa che colpisce di quest'album è sicuramente la copertina, che mostra un gigantesco maiale che fluttua tra le ciminiere di una famosa centrale elettrica londinese: la Battersea Power Station. Da ciò si può intuire come il tema dell'album si incentri su una feroce critica alla situazione socio-politica inglese degli anni 70. Roger Waters schematizza la società in tre categorie: cani, maiali e pecore, traendo ispirazione dalla “Fattoria degli animali” orwelliana.

    L'album si apre con Pigs on the Wings pt.1, breve, "rilassata", a cui fa subito seguito Dogs. Questa suite di oltre 17 minuti si scaglia contro i cosiddetti cani. Ma cosa stanno a rappresentare esattamente nel disco? Sono i business man, coloro che senza scrupoli scalano le posizioni sociali e fanno di tutto per una promozione in un'azienda, comportandosi appunto come cani fedeli, per poi giungere al potere "affondando il coltello" appena ne hanno l'occasione. Waters avverte: “chi farà ciò sarà destinato a morire da solo, poiché sarà il raccolto di chi ha seminato una vita basata sull'egoismo e sulla sofferenza altrui”.

    Segue Pigs, la traccia che personalmente preferisco dell'album, che critica aspramente i maiali della società, cioè i politici, che ingrassano sulle spalle dei cittadini, fanno accrescere l'egoismo della collettività e arrivano a far porre le persone l'una contro l'altra, per mantenere saldo il proprio potere.

    La canzone si dissolve in un clima agreste e qui inizia il quarto brano dell'album: Sheep. Quest'ultima categoria, cioè le pecore, rappresenta i cittadini, coloro che si inginocchiano al potere, la massa obbediente che si sente al sicuro solo seguendo un leader o una fede; la loro condizione dipende dal tempo e dalla storia in cui sono stati destinati a vivere. Nonostante tutto, le pecore riescono a ribellarsi ai cani ma, per la propria incolumità, preferiscono restare a casa. La canzone si conclude in un clima festivo, quasi paradossale, che riapre nuovamente ad un' atmosfera tranquilla e dà inizio all'ultimo brano dell'album: Pigs on the Wings pt.2.

    Animals è un album feroce, crudele, che non ha pietà di nessuna categoria sociale. Si distingue fortemente dai precedenti lavori dei Pink Floyd per le sonorità cupe, inquietanti, spigolose e i temi violenti, spietati, che vogliono portare a riflettere sulla società e su ciò che ci circonda. Un capolavoro senza tempo, che segnerà l'inizio del lento declino di una delle band più influenti degli anni 70.

     

    Federico Di Lello


    Parole chiave:

    animali , critica , musica , pink floyd , società

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi