La vita è un’opera d’arte ben riuscita: Il ritratto di Dorian Gray - Un romanzo in cui arte e vita si intrecciano saldamente, diventando indistinguibili
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattioli Vasto Cultura 28/12/2019 28/12

    La vita è un’opera d’arte ben riuscita: Il ritratto di Dorian Gray

    Un romanzo in cui arte e vita si intrecciano saldamente, diventando indistinguibili

    Copertina del libroOggi ho deciso di raccontarvi le mie impressioni su uno dei capolavori della letteratura: "Il ritratto di Dorian Gray".

    Il romanzo ci porta nella Londra del XIX secolo, periodo della sontuosa età Vittoriana. Dorian Gray è un giovane estremamente bello, tanto da ammaliare il pittore Basil Hallward che decide di ritrarlo per immortalare la sua angelica bellezza. Il ritratto suscita in Basil un'estrema emozione così da dichiarare a Dorian di aver nascosto nella tela il segreto della sua anima.

    Sotto l'influenza delle parole di Lord Henry Wotton, il giovane diviene ossessionato dalla sua bellezza e dalla paura della vecchiaia, ed ottiene,  tramite un sortilegio, che ogni segno che il tempo dovrà lasciare sul suo viso comparirà solo sul suo dipinto. Inizia così il periodo della decadenza del protagonista che, con un impeto di disperazione, arriverà a compiere i gesti più estremi.

    Il Ritratto di Dorian Gray ha tutto quello che si può cercare in un libro e, allo stesso tempo, molto più di quanto ci si aspetti di trovare.

    "Il cinismo è l'arte di vedere le cose come sono e non come dovrebbero essere". Il romanzo è proprio questo: è un inno al narcisismo e al cinismo. È irritante ed irriverente e sono proprio le provocazioni e le teorie filosofiche di Lord Henry ad affascinare il lettore.

    È un romanzo originale, dissacrante, inquietante, con una morale che si può adattare a qualsiasi tempo. Il sogno di restare giovani e belli per sempre è un'ambizione comune alla quale nessuno può sottrarsi. C'è un Dorian Gray in ogni epoca e chissà quanti avrebbero voluto poter disporre di quel dipinto.

    È un romanzo da assaporare, da apprezzare, da amare. Per me è stato cosi, e quando ho chiuso il libro perché terminato, mi è dispiaciuto salutare Basil, Henry e Dorian.

    Lo consiglio a tutti quelli che sono disposti a mettere a nudo la propria anima e ad immergersi completamente in una storia.

    di Angelica Cozzolino


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi