Coronavirus: un’emergenza globale - In Cina sta dilagando il Coronavirus
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Coronavirus: un’emergenza globale

    In Cina sta dilagando il Coronavirus

    Ospedale a WuhanNelle ultime settimane, con origine nella regione di Wuhan, in Cina, sta dilagando un batterio ancora parzialmente sconosciuto agli scienziati. Si tratta di un nuovo coronavirus (nCoV), un ceppo di coronavirus non ancora identificato. È data per certa l’origine animale: nel 2002 responsabili erano i zibetti, nel 2012 i dromedari, adesso i pipistrelli.

    È tutto italiano il merito di aver isolato il virus; tre ricercatrici dell'Istituto Spallanzani di Roma, una delle quali proveniente dalla vicina Campobasso, hanno codificato Il materiale genetico. Il virus può trasmettersi da persona a persona ma non ancora è stato prodotto un vaccino per fermarne il contagio. I sintomi che si possono scorgere, anche con un indagine poco approfondita, cambiano per ogni ceppo e ogni caso, ma i più comuni sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie. Queste si verificano solo al primo stadio e si può passare, se la situazione tende a peggiorare, anche a polmonite, sindrome respiratoria e morte, specie in soggetti già deboli, come anziani o persone affette da malattie cardiovascolari.

    Per ridurre le possibilità di contagio, le raccomandazioni sono semplici e vaghe: mantenere una adeguata igiene, lavarsi spesso le mani, vaccinarsi contro l’influenza stagionale, posticipare il più possibile i viaggi nelle zone a rischio, prestare attenzione alla provenienza e alle condizioni di determinati prodotti specie quelli di origine animale.

    Ad oggi sono stati segnalati in totale 14.557 casi confermati, di cui 14.411 in Cina con 304 decessi. Il primo decesso al di fuori della Cina è stato nelle Filippine. Oltre alla Cina, i casi segnalati sono in Asia, America, Europa, (anche in Italia), Australia. Infatti il rischio è considerato alto a livello globale.
    La probabilità che si verifichino ulteriori casi importati in Europa è considerata medio-alta.

    I danni economici sono per la Cina ancor più spaventosi. Con la chiusura dell’aeroporto Air China, si conta il 16% di perdite nella Borsa di Shanghai. Sempre a Shangai hanno già chiuso Disney Resort (un parco dei divertimenti da 12 milioni di visitatori l'anno) e vari negozi. Marchi internazionali hanno sospeso l'accesso al pubblico in diverse città e intere regioni cinesi, succede per Mc Donald's e Starbucks, ma anche per H&M, Ikea e Psa, che a Wuhan hanno fatto evacuare tutto il personale. Alcuni pensano sia un virus costruito in laboratorio ma nessuno sa come potrà risolversi questa pandemia. Quel che è certo è che si sta lavorando assiduamente per trovare al più presto una cura. Nonostante la possibilità di contagio sia alta, i controlli sono molti e accurati e non c’è nessun motivo di lasciarsi prendere dal panico. Da condannare sono invece i casi di razzismo che si stanno verificando con sempre più frequenza, contro una comunità ovunque ben integrata, che ha sempre lavorato dignitosamente e con rispetto.

    di Luca Di Lello


    Parole chiave:

    cina , coronavirus , emergenza , virus

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi