Io resto a casa perchè... - Appuntamento con il Diario di bordo del Mattioli’s Chronicles
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Io resto a casa perchè...

    Appuntamento con il Diario di bordo del Mattioli’s Chronicles

    La situazione che stiamo vivendo è abbastanza pesante per tutti. Non ho deciso di scrivere questa pagina di diario per fare un discorso motivazionale oppure per biasimare i comportamenti di certe persone, ma per far aprire gli occhi ad alcuni.

    Capisco perfettamente quanto questa situazione sia inconcepibile, quanto possa essere difficile rimanere chiusi in casa per non si sa quanto tempo, stravolgendo completamente la propria quotidianità.

    Sono una ragazza stanca, stanca di rimanere chiusa dentro casa a causa di certe persone che credono di essere migliori di altre. Migliori perché "devono" mantenere le proprie abitudini...ma così dimostrano solo di essere egoisti, di pensare unicamente ai propri interessi.

    Sono stanca e triste perché non posso vedere le persone che amo, non posso abbracciarle, baciarle. Non posso fare una passeggiata, scherzare e divertirmi con loro. Tutto questo perché ci sono ancora quelli che continuare ad uscire, senza curarsi minimamente della salute degli altri, persino della salute dei loro cari.

    Vogliamo parlare dei medici? Loro lavorano notte e giorno senza sosta. E come vengono ripagati? Con la sconsideratezza di alcuni. Il personale sanitario è in prima linea a combattere per tutti, spesso non può tornare a casa dalla propria famiglia. Noi possiamo dare una mano. Come? Stando al sicuro nelle nostre case invece di uscire e rischiare di far diffondere ancora di più  il virus. 

    La cosa strana è che alcune persone se ne infischiano dei provvedimenti. Sanno perfettamente che questa situazione può continuare a prolungarsi a causa del loro atteggiamento. Eppure non fanno nulla per cambiare. Anna Frank è rimasta 26 mesi chiusa in un bunker, senza nessun agio e senza fare un minimo rumore, pur di sopravvivere.  Noi dobbiamo semplicemente restare a casa, con i nostri cari, guardando, magari, un film sul divano. È una cosa tanto brutta? Io non credo.

    In questi giorni ho stilato una lista di cose da fare, ogni giorno pesco un’attività diversa per non cadere nella monotonia. Questa quarantena deve essere sfruttata al meglio, abbiamo l’opportunità di imparare cose nuove e di ristabilire un legame con la nostra famiglia.

    di Giulia Di Paolo


    Parole chiave:

    #iorestoacasa , coronavirus , emozioni , salute

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi