Gli allenamenti al tempo del Coronavirus: robot meglio di un amico? - Appuntamento con il Diario di Bordo del Mattioli’s Chronicles
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mattioli Vasto Sport 05/05 05/05

    Gli allenamenti al tempo del Coronavirus: robot meglio di un amico?

    Appuntamento con il Diario di Bordo del Mattioli’s Chronicles

    Margherita Cerritelli e il suo robotL’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 ha costretto alla quarantena forzata milioni di persone.

    Noi studenti saremo ancora per diverso tempo costretti ad essere lontani dalle aule scolastiche, arrangiandoci nel miglior modo possibile con le lezioni on-line ma, nello stesso tempo, siamo anche obbligati a stare lontano dalle nostre palestre e campi di allenamento… ed allora che fare? Cerchiamo di arrangiarci come possiamo.

    Ci si inventa di tutto, pur di mantenere un decente livello di allenamento con sedute casalinghe autogestite, o consigliate da allenatori, ma anche dai vari social presenti in rete. Per questi scopi si utilizza qualsiasi cosa, bottiglie e cartoni d’acqua, palle mediche, elastici o anche semplicemente fare su e giù per le scale di casa.

    Nel mio caso sono una giocatrice di tennistavolo a livello agonistico e da diverse settimane ho un amico che mi tiene compagnia, il mio caro robot! Certo alcune volte litighiamo, discutiamo anche animatamente sul modo in cui mi lancia le palline, intestardendosi nel fare quello che lui vuole e non quello che io pretendo che faccia, ma è diventato comunque un compagno indispensabile in queste giornate di isolamento.

    Ironia a parte, devo confessare che un robot, per quanto utile ed efficiente, non potrà mai sostituire le sensazioni che solo la palestra, i luoghi di allenamento e gli amici posso dare. Manca tantissimo la risata dopo l’improvvisa battuta spontanea di un compagno di allenamento, che alleggerisce la fatica e la concentrazione; una pallina che ti colpisce mentre sei concentrata nell’esercizio e ti strappa un sorriso, scherzare con il compagno di squadra quando sbaglia un facile colpo; manca il rapporto con gli allenatori, che guardano, analizzano, scrutano ogni tuo movimento e danno il consiglio adatto in ogni situazione… manca tanto il vivere e sudare insieme per raggiungere i migliori obiettivi.

    Certo siamo fortunati, perché siamo una generazione agevolata in maniera notevole dalla tecnologia, riusciamo a comunicare comunque con compagni e allenatori con le tecnologie dei cellulari e computer, riuscendo, come nel mio caso, anche a familiarizzare con amici robot. Con il mio ho appena finito la sessione di allenamento e vi lascio solo immaginare le discussioni… ma non sarà mai sufficiente a colmare la nostalgia e la bellezza dello stare insieme.

    Tutte queste possibilità non potranno mai cancellare il desiderio di parlare e confidarsi con un’amica o un amico; mai potranno sostituire la spensieratezza di fine allenamento quando, dopo aver tanto lavorato e dopo esserci tanto impegnati, prima di rientrare a casa ci si ferma a scambiare quattro chiacchiere, si confida al proprio amico magari delle situazioni di vita, si ride su quanto accaduto durante l’allenamento, si programmano in spensieratezza i prossimi incontri, oppure semplicemente si organizza una cena tutti insieme.

    Caro amico robot, ti ringrazio di avermi fatto compagnia in questo periodo, ti sono grata di farmi allenare, ma devo confessarti che non vedo l’ora che questo periodo finisca per riabbracciare, quando si potrà, le mie compagne ed i mie compagni di squadra, i miei amici o solamente guardaci negli occhi e scambiarci splendidi ed enormi sorrisi.

     

    di Margherita Cerritelli


    Parole chiave:

    sport , CoVid-19 , quarantena , tennis tavolo

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi