Mobilità sostenibile: la bicicletta è salute - Incontro virtuale con il dott. Antonio Spadaccini e Roberto Raspa
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Mobilità sostenibile: la bicicletta è salute

    Incontro virtuale con il dott. Antonio Spadaccini e Roberto Raspa

     Nella mattina dell'11 maggio, alcune classi del Polo Liceale Mattioli sono state coinvolte, mediante la DaD, in una conferenza, organizzata dalla prof.ssa Lo Sasso e dal prof. Di Laudo, tenuta dal dottor Antonio Spadaccini, con la partecipazione di Roberto Raspa, delegato alle Smart Cities del CNA Giovani Abruzzo. L'iniziativa si colloca nell'ambito del progetto Va.Mo.S. (Vasto Mobilità Sostenibile) promosso dal Comune di Vasto e dal CNA Giovani Abruzzo Con il saluto dell'assessore alla Mobilità Sostenibile, Paola Cianci, si è dato inizio alla seconda fase di un' iniziativa, lanciata per le scuole a dicembre 2019, che spinge verso la sensibilità ambientale, il cambiamento culturale delle abitudini di vita dei cittadini, la consapevolezza dei benefici sulla salute, la realizzazione di una città smart e sostenibile.

    Oggetto della videoconferenza è stata la mobilità sostenibile e i suoi vantaggi. Attraverso lo studio di numerosi esperti e dai dati ricavati, si evince come l’utilizzo di mezzi alternativi ed ecosostenibili per il trasporto, come la bicicletta, possano essere promotori di ottima salute.

    Il primo punto analizzato dal dottor Spadaccini è stato il problema dell’obesità: secondo alcuni dati, dal 1975 al 2016 l’obesità infantile è aumentata dall’1% all’8% tra la popolazione; infatti, soltanto in Abruzzo, la percentuale della popolazione in sovrappeso corrisponde al 35% della totalità degli abitanti. L’aumento di peso in modo incontrollato e nocivo costituisce non solo un problema estetico, ma fornisce le basi per lo sviluppo di patologie cardiovascolari legate all’apparato circolatorio, note come sindrome metabolica. Numerosi sono i sintomi, tra i quali un alto valore glicemico, un’alta pressione arteriosa e, come precedentemente citato, l’obesità. L’eccesso ponderale di queste problematiche potrebbe condurre ad una vera e propria catastrofe sanitaria a cui conseguirà un impatto notevolmente negativo sul settore economico. La seconda parte della conferenza ha interessato la prevenzione del sovrappeso. Sono stati definiti dei numeri fondamentali che ognuno dovrebbe seguire per poter condurre uno stile di vita sano e prevenire ogni forma di patologia dovuta all’obesità: 0 fumo, 5 pasti di frutta da consumare al giorno, 30 minuti di esercizio fisico giornaliero.

    Questo stile di vita, unito ad una corretta alimentazione, può evitare 33 casi di tumore su 100 e può portare ad una diminuzione della mortalità di circa 135000 unità ogni anno.

    Protagonista della lezione è stata la bicicletta, insieme al suo benefico utilizzo quotidiano. Ideata nel 1818, nel corso del tempo ha subito numerose modifiche. E' stato certificato che l’uso della bicicletta riesca ad alzare i livelli prodotti dal corpo di serotonina e dopamina, capaci di aumentare la positività e l’ottimismo di chiunque cominci a farne un uso costante. L’esercizio da essa derivato non solo riduce i livelli di ansia e stress, ma riesce anche ad aumentare le dimensioni del cuore così da migliorare ogni processo mirato al trasporto di ossigeno nel sangue. Un altro aspetto benefico è rappresentato dalla diminuzione dell’inquinamento, grazie all’uso di mezzi ecosostenibili. Nel mondo i casi di decesso dovuti ad ambienti inquinati sono pari al 16%; questo dato può essere migliorato grazie all’impegno di un solo 1% in più della popolazione. Utilizzando la bicicletta per spostarci, potremmo non solo diminuire i decessi da inquinamento ma, al contempo, evitare tonnellate di CO2 emesse quotidianamente.

    di Nicole Cinquina


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi