La maledizione del Club dei 27 - Appuntamento con la rubrica musicale
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    La maledizione del Club dei 27

    Appuntamento con la rubrica musicale

    Il Club 27 è un termine utilizzato in campo giornalistico per indicare la coincidenza misteriosa della morte di star, per lo più legate al mondo del rock, avvenuta all'età di 27 anni. I motivi sono molteplici: abuso di droga e alcool, suicidio, incidenti.

    Il termine si diffuse quando nel giro di due anni morirono Janis Joplin, Jimi Hendrix, Jim Morrison e Brian Jones. Le morti diedero ovviamente vita a numerose teorie del complotto, che spesso rasentano l'assurdo. Una cosa è certa: queste persone avrebbero potuto dare ancora tantissimo al mondo della musica e sono tutte diventate leggende indimenticabili.

    Brian Jones, fondatore dei Rolling StonesBrian Jones, il fondatore dei Rolling Stones, inconfondibile nel suo stile ribelle, era anche un eccellente polistrumentista, suonava ben quindici strumenti diversi, anche quelli più antichi ed etnici, per trovare nuove sonorità. Prima della morte il rapporto con i Rolling Stones iniziò ad incrinarsi, a causa dei numerosi arresti di Jones. Nella notte del 3 luglio 1969 venne trovato morto sul fondo della piscina della sua casa di campagna. Nella ricostruzione dell'accaduto  risulta la morte per asfissia, dopo che Thorogood, costruttore della casa su citata, gli spinse la testa sott'acqua. Jones, appesantito dall'abuso di droga ed alcool, non riuscì a reggere l'apnea. La sua morte scosse il mondo del rock.

    Jim Morrison, leader e frontman dei The DoorsJim Morrison, leader e frontman dei The Doors, conosciuto oltre che per la musica anche per i suoi bizzarri comportamenti sul palco, si trovava a Parigi con la sua ragazza Pam. Secondo la testimonianza di quest'ultima, Jim si rifiutó di chiamare il medico, dopo aver vomitato ripetutamente, decidendo invece di farsi un bagno caldo. Pam non vedendolo uscire dal bagno, andò a controllare e trovò il suo corpo esanime, immerso nella vasca. Sulla morte di Jim le teorie sono molteplici: i sospetti sorgono già dall'arrivo in ritardo del medico legale, che fece una relazione clinica superficiale. Seguono indagini sommarie della polizia e mancanza di autopsia e di un esame tossicologico. Si pensa possa esser morto di overdose in un noto locale da lui frequentato, o anche eliminato dalla CIA, in quanto figura scomoda, o ancora, che sia scappato in Africa per sfuggire alle pressioni della sua popolarità.

    Jimi Hendrix, l'uomo che ha rivoluzionato il modo di suonare la chitarra elettrica, il più grande chitarrista di tutti i tempi secondo la rivista Rolling Stone, amato da critica e pubblico, fu trovato morto il 18 settembre 1970 in un appartamento che aveva affittato a Londra. Jimi Hendrix, storico chitarristaLa sua ragazza affermò che Jimi soffocò a causa di un improvviso conato di vomito, dovuto ad un mix di cocktail e tranquillanti. Sulla sua morte alcune teorie del complotto pensano sia stato il manager Micheal Jeffrey ad ucciderlo dato che "lo avrebbe fatto guadagnare più da morto che da vivo".

    Janis Joplin, una delle cantanti più influenti della storia, riconosciuta per le grandi Janis Joplin, storica cantanteinterpretazioni ricche di intensità e per la voce particolare e rauca, fu trovata morta il 4 ottobre 1970 in un hotel di Los Angeles. La morte sarebbe stata causata accidentalmente da overdose di eroina. Su Janis, come Jim, le teorie del complotto si concentrano sulla CIA, che l’avrebbe eliminata in quanto "figura scomoda".

    Questi quattro artisti sono solo alcuni tra i più celebri, appartenenti a questo triste club. Fra gli altri si ricordano: Kurt Cobain, Amy Winehouse e Robert Jones. A prescindere dalle varie teorie che circolano sulla loro morte, l'influenza che ebbero e le innovazioni che portarono hanno per sempre cambiato la storia della musica, nonostante i loro 27 anni.

    di Federico Di Lello


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi