Il mondo in rivolta per la morte di George Floyd - Scontri e proteste per manifestare il proprio dissenso nei confronti del razzismo
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Mattioli Vasto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Il mondo in rivolta per la morte di George Floyd

    Scontri e proteste per manifestare il proprio dissenso nei confronti del razzismo

    Tutti siamo a conoscenza delle rivolte che si stanno susseguendo in diverse città degli Stati Uniti, rivolte che sono partite da Minneapolis, dove lo scorso 25 maggio quattro poliziotti hanno arrestato e ucciso l’afroamericano George Floyd.

    L'agente Derek Chauvin è rimasto troppo a lungo, circa otto minuti, con il suo ginocchio sul collo di Floyd, poi morto per asfissia. Il poliziotto, arrestato insieme agli altri tre, aveva già avuto dei precedenti di violenza nei confronti di latini e di afroamericani. Quello che è accaduto a Minneapolis ha scatenato proteste, incendi, saccheggi, atti vandalici contro la polizia. E' una rabbia violenta quella che si è gradualmente diffusa negli Stati Uniti dove, fino ad ora, sono state arrestate centinaia di persone mentre altre hanno perso la vita. 

    Le uccisioni arbitrarie degli afroamericani, da parte della polizia, non sono più tollerate. Dal giorno seguente la morte di Floyd, decine di migliaia di manifestanti sono scesi in strada chiedendo accuse più severe e altri arresti. A Minneapolis le forze armate hanno utilizzato proiettili di gomma e spray al peperoncino contro i manifestanti. A Los Angeles gli agenti, oltre a sparare proiettili di gomma, hanno caricato i rivoltosi che hanno dato fuoco a un'auto della polizia. A Chicago e Philadelphia le forze dell'ordine hanno fatto uso di granate stordenti. Anche i giornalisti sono stati vittime di violenza nel caos generale.

    Il sindaco di Los Angeles, Eric Gargetti, dà sostegno a chi esprime la sua rabbia, ma precisa "la rabbia non deve consumarci. Il progresso arriva con la pace". Uno sceriffo afferma, rivolgendosi alla folla, "non pensate neanche per un momento che quel poliziotto rappresenti tutti noi. Vogliamo trasformarla in una parata, non in una protesta”. Anche Londra, Berlino e altre città europee stanno aderendo a manifestazioni in difesa dei diritti, con la presenza in strada di celebrità come Harry Styles, Billie Eilish o Cole Sprouse. Su Instagram circolano post a sfondo nero con l’hashtag  #blackouttuesday per dichiarare il proprio dissenso nei confronti del razzismo e degli abusi della polizia statunitense sugli afroamericani.

    di Luca Di Lello


    Parole chiave:

    #georgefloyd , #minneapolis , #proteste

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi